Studio

  • Categoria: News
  • Pubblicato: Lunedì, 13 Gennaio 2014 21:19
  • Scritto da Gfc.Mdt.
  • Visite: 739

info

Nello studio Estetica Dentale la sterilizzazione dello strumentario avviene tramite l’utilizzo di autoclave, a temperature superiore a 100 °c per garantire l’assoluta sterilità si esegue il seguente protocollo: Decontaminazione - gli strumenti vengono immersi in una idonea soluzione decontaminante. Lavaggio - gli strumenti vengono lavati per rimuovere i residui di sostanze organiche e inorganiche. Risciacquo - gli strumenti vengono abbondantemente risciacquati. Asciugatura - gli strumenti vengono asciugati con un panno di carta monouso. Controllo e manutenzione - gli strumenti vengono controllati nella loro integrita’e funzionamento e, se necessario lubrificati. Confezionamento - gli strumenti vengono imbustati e su ogni busta viene apposta una etichetta con impressa la data del confezionamento. Sterilizzazione in autoclave - gli strumenti vengono inseriti in autoclave per il ciclo di sterilizzazione. Ogni ciclo di autoclave è identificato da un rapporto stampato che viene conservato in un apposito registro. Se non utilizzati, entro 30 giorni dal confezionamento, sono nuovamente sterilizzati con cadenza periodica programmata, sono effettuati una serie di test per verificare il corretto funzionamento dell’autoclave (bowie dick test, vacum test, elix test, test biologico) durante tutti i passaggi gli operatori sono protetti da idonei guanti e occhiali protettivi.

Faccette Dentali

  • Categoria: News
  • Pubblicato: Lunedì, 13 Gennaio 2014 21:19
  • Scritto da Super User
  • Visite: 703

info

La filosofia delle faccette

è di conservare, possibilmente, la struttura originale del dente, ed anche laddove sia necessario ricorrere a minime esportazioni, si rimane sempre a livello dello smalto, quasi mai nella dentina. Le faccette possono essere applicate in poche sedute. La prima seduta prevede la presa dell’impronta, foto del volto del paziente, del sorriso dei denti con proiezione frontale, destra e sinistra e occlusale. La successiva seduta, riguarda la procedura di applicazione che richiede circa un’ora, includendo la rifinitura e il controllo occlusale. L’utilizzo di questi materiali garantisce un risultato predicibile e duraturo, ed un’alta resa estetica, non andando incontro a discromie nel tempo, a differenza dei restauri in composito. Oltre ai vantaggi estetici, le faccette offrono un eccellente vantaggio in termini di rafforzamento di autostima del paziente. Le persone che fanno uso di faccette sono in grado di ridere e sorridere liberamente in pubblico.

Ortodonzia

  • Categoria: News
  • Pubblicato: Lunedì, 13 Gennaio 2014 21:18
  • Scritto da Super User
  • Visite: 712

Informazioni

Un trattamento ortodontico

richiede competenze specifiche dell’operatore, tempi di cura generalmente lunghi, pertanto il paziente (bambino o adulto) dovrà essere sufficientemente motivato e collaborante. Il trattamento ortodontico dovrà far sì che tra le arcate dentarie si sviluppino rapporti sia statici che dinamici privi di sollecitazioni dannose per le strutture articolari e per il sistema neuro-muscolare. Questo perché il combaciamento dei denti è strettamente connesso all'attività funzionale della muscolatura masticatoria e dell’articolazione temporo-mandibolare. Infatti, se i denti non combaciano bene la mandibola subisce una modifica nel suo assetto posturale e ciò può riflettersi in una disfunzione muscolare e articolare da cui può generare dolore nel distretto cranio facciale. Il momento migliore per iniziare un trattamento ortodontico nel bambino è variabile e spesso dipende dalla gravità della malocclusione. Si tende a trattare, verso i 7 anni di età le malocclusioni in cui si rileva un problema scheletrico che può complicarsi con la crescita, ad esempio il morso incrociato con latero-deviazione funzionale della mandibola o le terze classi scheletrico-funzionali. È buona norma portare per la prima volta il bambino ad una visita ortodontica a quattro anni di età per poter trattare precocemente malocclusioni scheletrico-dentali.

Prevenzione

  • Categoria: News
  • Pubblicato: Lunedì, 13 Gennaio 2014 21:18
  • Scritto da Super User
  • Visite: 759

info

Prevenire è meglio che curare

Il Mese della Prevenzione Dentale ha contribuito in larga misura a diffondere un messaggio consapevole ai cittadini italiani:l’importanza di regolari visite di controllo, fondamentali sia per curare i disturbi del cavo orale che per evitare l’insorgenza di complicanze che possono compromettere la salute in generale. Preservare il proprio sorriso, uno dei gesti più spontanei ed espressivi che si possano compiere, significa prevenire. Un sorriso sano e bello, capace di comunicare, emozionare e catturare l’attenzione, va curato fin dai primi anni di vita. Estetica Dentale aderisce al mese della prevenzione e inoltre offre soluzioni mirate alla diagniosi ed igiene dentale per la cura e la salute dentale.