Chirurgia Guidata

si intende, una progettazione clinica dell'inserimento di uno o più impianti localizzati in una sede specifica, determinata dalla posizione protesica. La chirurgia guidata si avvale di vari strumenti di analisi e progettazione protesica.

Chirurgia Guidata

  • Categoria: News
  • Pubblicato: Lunedì, 13 Gennaio 2014 21:18
  • Scritto da Gfc.Mdt.
  • Visite: 344

info

In seguito

ad una prima visita si accertano le condizioni cliniche del paziente che consento di dar luogo ad un possibile intervento chirurgico, mirato ad una riabilitazione protesica della regione interessata. Per eseguire una chirurgia guidata ci si avvale di alcuni strumenti quali: esame radiologico Tac o Cone Beam (immagini della sezione in 3D ) impronta delle arcate dentarie, e software di progettazione e pianificazione della protesi, quest'ultima verrà realizzata tenendo conto dei reali spazi protesici a disposizione.Terminata la progettazione si da luogo allo sviluppo della dima chirurgica. Il software dedicato alla creazione della Dima crea un file dal quale una stampante 3D realizzerà, mediante resine certificate per l'intervento chirurgico, la dima vera e propria. Quest'ultima verrà corredata di boccole per le frese necessarie all'inserimento dell'impianto. Questo tipo di chirurgia necessità di procedure mirate e anche di strumenti dedicati, alcuni sono già stati menzionati in precedenza, altri come il Kit di chirurgia guidata ne completano il corredo.

I vantaggi della Guidata

I vantaggi della chirurgia guidata sono molteplici (se gli strumenti utilizzati sono dedicati e la tecnica seguita è cosciente delle variabili dei singoli casi): il recupero post chirurgico è notevolmente più rapido, non vi è perdita fisiologica da scollamento di tessuto osseo, la posizione del o degli impianti non sono in zona approssimativa ne consegue che la riabilitazione protesica non presenta improvvisazione progettuale della protesi e dei suoi carichi.